Sanzione per non aver disattivato l’account di posta alla cessazione del rapporto di lavoro

Il Garante ha sanzionato un datore di lavoro per non aver cancellato per lungo tempo l’account di posta elettronica del dipendente successivamente alla cessazione del rapporto di lavoro.

La società si era limitata a prevedere l’inoltro dei messaggi di posta su altra casella e-mail, con l’intento di garantire il flusso commerciale degli ordini.

Il trattamento non è stato ritenuto dal Garante proporzionato rispetto alla finalità ed è stata comminata sanzione di 15.000 euro.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Vuoi ricevere la newsletter informativa dello studio legale Stefanelli&Stefanelli?