Whitleblowing: parere sullo Schema di Linee guida predisposto da ANAC

Il 6 luglio scorso il Garante per la protezione dei dati personali ha dato parere favorevole allo schema di “Linee guida in materia di protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione e protezione delle persone che segnalano violazioni delle disposizioni normative nazionali”.

L’ANAC ha pubblicato le suddette Linee guida il successivo 12 luglio con Delibera n. 311, in ottemperanza alle previsioni del D.lgs. 24/2023 di attuazione della Direttiva (UE) 2019/1937 in materia di whistleblowing.

Il D.lgs. 24/2023 e le Linee guida contengono importanti previsioni a tutela sia del segnalante che del segnalato.

Per quanto riguarda il segnalante, l’obbligo di tutelarne la riservatezza impone che un eventuale disvelamento dell’identità della persona segnalante a persone diverse da quelle competenti a ricevere o a dare seguito alle segnalazioni avvenga sempre con il consenso espresso della stessa.

La tutela della riservatezza viene inoltre garantita anche al segnalato e alle persone ad esso collegate.

L’obbligo di riservatezza impone evidentemente il rispetto della normativa in materia di trattamento dei dati personali.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Vuoi ricevere la newsletter informativa dello studio legale Stefanelli&Stefanelli?