Svezia: l’Autorità rileva carenze nella gestione dei dati da parte dei fornitori di assistenza sanitaria

L’autorità svedese per la protezione dei dati  ha sottoposto a verifica otto fornitori di assistenza sanitaria per quanto riguarda il modo in cui regolano e limitano l’accesso del personale ai sistemi di gestione delle cartelle cliniche elettroniche.

L’autorità per la protezione dei dati ha scoperto delle carenze che in sette degli otto casi portano a multe amministrative fino a 30 milioni di corone svedesi.

Ad esempio, sette dei fornitori non hanno effettuato un’analisi dei rischi, mentre un fornitore ha effettuato un’analisi che, tuttavia, ha alcune carenze.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Vuoi ricevere la newsletter informativa dello studio legale Stefanelli&Stefanelli?