Italia: Fusione tra le Authority, i vantaggi ai tempi di big data e Gdpr

Nell’articolo di Claudio Maria Lamberti di Agenda Digitale, si riportano numerose posizioni della più avanzata dottrina sulla opportunità nell’era digitale di una fusione tra AGCM, AGCOM e Garante Privacy, richiamando anche le ordinanze TAR Lazio n. 335 e 336 nelle quali il giudice suggerisce di cominciare a muoversi in quella direzione.

Il tema è chiaro: la tutela del cittadino e dei suoi dati ha oggi molteplici sfaccettuature e tenere gli organi di controllo separati abbassa la tutela del cittadino.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Vuoi ricevere la newsletter informativa dello studio legale Stefanelli&Stefanelli?